Cosa ti nasconde il tuo materasso...

Cosa ti nasconde il tuo materasso...

Sapevate che i materassi sintetici rilasciano sostanze nocive? D'ora in poi, saprete tutto su ciò che inquina le vostre notti!

Avete mai notato l'odore di un materasso nuovo? Spesso c'è un odore che sembra tossico, in alcuni casi è semplicemente l'odore della plastica che avvolge il materasso, in questo caso questo odore scompare rapidamente aprendo la finestra della vostra camera, ma quando l'odore persiste potete essere sicuri che si tratta di sostanze nocive contenute nel materasso.

La maggior parte dei materassi viene sottoposta a vari trattamenti per proteggerli dall'umidità o dal fuoco. Il ticchettio viene spesso trattato contro i batteri e gli acari della polvere, un trattamento che ha lo scopo di rassicurare, ma che non è altro che un insetticida!

Inoltre, alcuni materassi sono realizzati in lattice sintetico, vari materiali dell'industria petrolchimica e colle. Questi materiali contengono VOC (Volatile Organic Compounds) che inquinano l'aria ambiente e soprattutto l'aria della vostra camera da letto, per cui ogni notte respirate queste sostanze tossiche!

E i trattamenti antibatterici?

Per prevenire la proliferazione di batteri e acari della polvere, i materassi vengono trattati con prodotti chimici. La maggior parte dei produttori utilizza formaldeide o metanale, un COV noto per i suoi effetti nocivi sulla salute. Questi prodotti tossici si trovano anche nelle colle. Il contatto prolungato con questi prodotti tossici può causare irritazione delle mucose, mal di testa e allergie.

E il trattamento ignifugo?

Per evitare il rischio di incendio, i materassi sono trattati con BFR (ritardanti di fiamma bromurati). Alcuni studi sugli animali sono stati effettuati e hanno dimostrato che questi composti agiscono come perturbatori endocrini. Sono sospettati di essere responsabili di ipotiroidismo e disturbi del sistema nervoso in via di sviluppo (autismo, iperattività, deficit di attenzione, disturbi comportamentali...).

Sapendo che passiamo circa 7 ore a notte nel nostro letto, durante tutto questo tempo, siamo a diretto contatto con questi inquinanti. È anche importante sapere che quando ci sdraiamo su un materasso, la temperatura corporea, l'umidità e la concentrazione di anidride carbonica rilasciata durante la respirazione aumentano il tasso di emissioni di COV nell'aria. Lo stesso vale per i neonati e i bambini, che non solo spesso sudano molto durante la notte, ma passano anche molto più tempo sul materasso.

Come scegliere un materasso atossico?

Soprattutto, è importante dare priorità a materassi in materiali naturali e soprattutto scegliere un marchio che non utilizza trattamenti chimici e che ha ottenuto la certificazione Oekotex.

Per combattere gli acari della polvere, più efficace e meno dannoso di qualsiasi trattamento chimico, scegliete un coprimaterasso sfoderabile e lavatelo in lavatrice. Un lavaggio regolare è un modo efficace per combattere la proliferazione di acari della polvere e batteri in modo del tutto naturale!